Chiarificazione - WCDN ITALIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chiarificazione

Senza voler sindacare sull’atteggiamento denigratorio espresso dai fratelli Butindaro, che ergendosi a paladini della fede e dell’ortodossia, lungi dal coprire la nudità dei leaders, sembra provino piacere a denunciare tutti i presunti scandali del mondo evangelico, vorrei ricordare a tutti che Spirito Santo soffia dove vuole.
Ci possono essere cioè dei “nati da Dio” in qualunque tipo di gruppo cristiano, lì dove ovviamente sia avvenuta una rivelazione del peccato e della grazia ottenuta attraverso il sacrificio di Cristo. A prescindere quindi del fatto che in un gruppo possano sussistere degli errori dottrinali, dovremmo considerare questi “nati di nuovo” figli di Dio a tutti gli effetti e quindi nostri fratelli.
Ė possibile allora trovare nostri fratelli in confessioni cristiane quali l’Avventismo, il Cattolicesimo, e persino il Valdismo, senza che questo connoti un pieno accordo con la loro teologia o con l’eccentricità dei loro capi supremi.
Non solo, ma potremmo inoltre beneficiare di alcune delle loro istituzioni, soprattutto di quelle in ambito socio-sanitario e culturale.
Io non avrei alcun problema a essere curato in un ospedale avventista, a beneficiare di un opera sociale di stampo cattolico o ad ascoltare una lezione di greco antico da un professore valdese.
Per quanto riguarda il WCDN di cui sono presidente, oggetto di diffamazione da parte dei Butindaro, vorrei fare presente che quest’associazione pur essendo stata fondata dal pastore Jaerock Lee, leader controverso, ma del quale Dio si è servito innegabilmente per la conversione di centinaia di migliaia di persone, rappresenta uno strumento attraverso il quale centinaia di medici di tutto il mondo, ed appartenenti a chiese evangeliche riconosciute, hanno potuto condividere la loro professionalità ed esperienza cristiana.
Nella fattispecie, ho potuto riconoscere in tutte le conferenze mondiali nelle quali ho partecipato, e particolarmente in quella tenuta a Roma, un effetto estremamente positivo sulla fede di tutti i medici intervenuti, ed un incoraggiamento a pregare di più per i loro pazienti, proclamando il potere guaritore di Cristo, oltre naturalmente ad assicurare loro il massimo della prestazione sanitaria.
La discussione altamente scientifica intorno a casi di guarigione divina ha rivestito inoltre, una forte valenza apologetica.
Anche nei momenti di lode e adorazione o negli interventi di vari pastori non è mai emersa alcuna stranezza dottrinale.
Tutto questo non significa, considerando le premesse fatte, che io sia d’accordo con le cosiddette “eresie” del dott. Jaerock Lee, sottolineate financo dal pastore Paul Yonggi Cho, anche lui segnalato da poco nel “libro nero” dei Butindaro.  A mio avviso al di là della veridicità delle loro scoperte, non si dovrebbero ergere a difensori dell’ortodossia facendo tutta questa pubblicità negativa al mondo evangelico.
Devo dire in conclusione, che allorché venuto a conoscenza della mia iscrizione nel “libro nero” dei Butindaro & Company (questa foga denigratoria sta purtroppo contagiando infatti altri fratelli), avevo avuto un moto di rabbia volta a farmi rispondere loro per le rime; ma lo Spirito Santo mi ha fatto provare un dolore per loro quasi a farmi piangere, che mi ha bloccato nello scrivere e portato ad intercedere perché comprendessero il male che continuano a perpetrare in nome della salvaguardia della dottrina.
Questa mia precisazione, soltanto per tranquillizzare quanti allarmati e rattristati dalle "Butindariache" sul mio conto, si sono premurati ad avvertirmi di questa loro reiterata attitudine diffamante.

Past. Mauro Adragna


 
Torna ai contenuti | Torna al menu